Questo sito usa i cookie per facilitare la navigazione del sito. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, clicca su "Ulteriori informazioni". Chiudendo il banner o scorrendo la pagina acconsenti all’uso dei cookie.

logow8b


ordiartistico ordilinguistico ordiscienzeumane
 
multiculturality200  alternanza 
commissioneantibullismo 
areadisabilita 

avviso importanteSI COMUNICA CHE NELL'AREA DOCENTI E' STATO PUBBLICATO  il verbale del COLLEGIO DEI DOCENTI N° 2

AUTOGRAFA


Regolamento Istituto

Orario di ingresso e di uscita – Disciplina dei ritardi

Il libretto personale viene consegnato ai genitori dello studente all’inizio dell’anno scolastico dai coordinatori di classe.

Sul libretto devono essere apposte le firme di coloro che, esercitando la patria potestà sul minore, provvedono a giustificare le assenze, a richiedere entrate posticipate e uscite anticipate.

Di norma i genitori.

Anche per gli studenti maggiorenni è richiesta la firma di uno dei genitori. È consentita l’autogiustificazione da parte degli studenti maggiorenni, previa liberatoria dei genitori. La scuola si riserva, comunque, il diritto di informare o chiedere chiarimenti alle famiglie.

Il Dirigente Scolastico e i Docenti utilizzano inoltre il libretto per tutte le comunicazioni alle famiglie, che sono invitate, quindi, a visionarlo con periodicità.

Il libretto va conservato integro in ogni sua parte ed in caso di smarrimento o esaurimento, se ne chiede duplicato.

Alla Segreteria dell’Istituto va notificato, con immediatezza, ogni cambiamento di indirizzo o numero telefonico dello studente.

Le giustificazioni delle assenze dalle lezioni, dovute a motivi di salute (se superano i 5 giorni devono essere corredate da certificato medico) ed a motivi di famiglia o di altra natura (i motivi debbono essere ben specificati e, se del caso, documentati) debbono essere presentate, su iniziativa dello studente, il giorno stesso del rientro, al Coordinatore della Classe o al Docente della prima ora di lezione.

Il Coordinatore della classe, sulla base di una rilevazione quindicinale delle assenze, in caso di eccessi scarsamente o poco chiaramente motivati, ne discute riservatamente con l’interessato e contatta la famiglia. Tutto ciò in un’ottica di prevenzione e collaborazione.

Nei casi particolari, il Coordinatore di rivolgerà al Dirigente Scolastico.

Le richieste di entrata in ritardo , per gravi motivi ( trasporto, salute) vanno presentate dai genitori, sui moduli del libretto personale, al Dirigente o ai docenti collaboratori, per la sede centrale e al Docente delegato per la succursale.

Tali permessi vengono rilasciati solo se corredati da opportuna documentazione o se richiesti direttamente dai genitori, anche per gli studenti maggiorenni; gli stessi saranno segnalati sul registro di classe.

Le richieste di uscita anticipata possono essere presentate solo nel caso di malessere. Possono essere concessi permessi di uscita durante le lezioni, debitamente documentati, ferma restando, per tutti, la necessità di farsi accompagnare dai genitori o da persona da essi delegata.

Gli alunni saranno tenuti a rispettare il seguente orario:

 

LICEO SCIENZE UMANE/LICEO LINGUISTICO

ORA

        I

        II

    III

Intervallo

   IV

    V

INIZIO

8,00

9,00

10,00

10,50

11,00

12,00

FINE

9,00

10,00

10,50

11,00

12,00

 13,00

 

LICEO ARTISTICO

ORA

        I

        II

       III

Intervallo

      IV

V

INIZIO

8,15

9,15

10,15

11,00

11,10

12,05

FINE

9,15

10,15

11,00

11,10

12,05

13,00

ORARIO POMERIDIANO MARTEDI’ E GIOVEDI’

14:00/16:30

 

Attività opzionali aggiuntive

dopo le lezioni fino alle 17.00

 

 

1) Gli alunni entrano nella scuola nei cinque minuti che precedono l’inizio delle lezioni e devono trovarsi in aula al segnale d’inizio delle stesse, assieme al proprio insegnante.

L’ingresso riservato agli alunni viene chiuso al segnale di inizio delle lezioni, con deroga per casi particolari.

2) Di norma, gli alunni sono tenuti a rispettare l’orario delle lezioni e pertanto non possono entrare in aula dopo l’inizio delle lezioni. In deroga, può essere concesso l’ingresso in aula entro i primi 10 minuti, nei casi di singoli ritardi giustificati.

Per ritardi superiori ai 10 minuti gli alunni potranno essere ammessi in aula alla seconda ora di lezione, nel limite massimo di due volte al mese, al terzo ritardo i coordinatori avvertiranno i genitori.

Per ritardi collettivi per causa di forza maggiore (guasti mezzi di trasporto, nebbia ecc.) gli alunni verranno sempre autorizzati ad entrare in aula previa documentazione. Gli insegnanti sono tenuti a fare le opportune annotazioni nel registro di classe.

3) L’alunno che per validi motivi (alunni pendolari) si trovi nella necessità di entrare posticipatamente o di uscire anticipatamente dalla Scuola, deve presentare al Preside regolare richiesta di permesso di ingresso o di uscita fuori orario, su richiesta dei genitori per trasporto.

Entrata: di norma non dopo la 1^ ora di lezione, se non accompagnati dai genitori

Uscita : di norma non prima della 4^ ora di lezione, se non in presenza dei genitori.

Salvo eccezioni questi permessi verranno concessi non più di due volte al mese.

Le entrate in ritardo e le richieste di uscita in anticipo vanno presentate eccezionalmente ai collaboratori del D. S. prima dell’inizio delle lezioni. In caso di visita specialistica è necessario produrre certificato medico e si concede se accompagnati dai genitori.

4) Gli alunni non potranno uscire dalla scuola, prima del termine delle lezioni, se non accompagnati da un genitore o da persona di famiglia maggiorenne munita di delega del genitore.

L’uscita deve coincidere con il suono della campana del cambio d’ora e non avvenire quando la lezione è in corso. In caso di indisposizione a scuola, l’alunno deve informare subito la Presidenza che provvederà ad avvertire i genitori.

5) Durante l’ingresso e l’uscita degli alunni, il personale docente vigila sul loro comportamento, secondo quanto previsto dall’art. 42 punto 5 del CCNL entrato in vigore il 4/8/1995. Nell’intervallo saranno stabiliti turni di vigilanza.

Assenze

1) Le assenze dalle lezioni devono essere giustificate sul libretto scolastico da un genitore o da chi ne fa le veci, se l’alunno è minorenne; dall’alunno stesso, se maggiorenne e se ha la liberatoria dei genitori..

I docenti della 1^ ora di lezione giustificheranno gli alunni per assenze fino a cinque giorni.

In caso di perplessità in merito ai motivi dell’assenza e/o alla firma dei genitori apposta sul libretto, gli stessi riferiranno urgentemente in Presidenza, tramite il personale ausiliario.

2) Sia per le assenze causate da malattia sia – per motivi precauzionali – per qualsiasi altra assenza che si protrae per un periodo superiore a CINQUE giorni, è necessario il certificato medico di avvenuta guarigione. Tali assenze devono essere giustificate in Presidenza e non in classe.

3) I Consigli di Classe sono tenuti nelle loro periodiche riunioni ad un controllo delle assenze e delle giustificazioni degli allievi. Sono tenuti ad esaminare dette assenze sotto il profilo più complessivo della partecipazione dello studente alle attività scolastiche e debbono comunicare il proprio giudizio, nel caso di assenze prolungate, allo studente e alla sua famiglia tramite la segreteria didattica. Sarà cura del coordinatore segnalare le assenze ai genitori tramite segreteria.

Orario degli intervalli e modo di gestirli

1) Durante l’intervallo gli alunni sono tenuti a rimanere nell’ambito dell’Istituto.

2) Il comportamento dell’alunno, nell’ambito dell’Istituto, deve essere corretto, civile e responsabile.

3) Al termine dell’intervallo ogni alunno dovrà rientrare nella propria aula.

4) Nelle aule speciali, nei laboratori e nelle palestre, gli insegnanti termineranno le lezioni con un certo anticipo per consentire il trasferimento delle classi nelle rispettive aule, sia all’andata che al ritorno.

I trasferimenti da un’aula all’altra dovranno avvenire senza provocare rumore.

Durante i cambi d’ora, gli studenti devono evitare assolutamente di riversarsi nei corridoi e di disturbare le classi vicine che molto spesso stanno svolgendo regolari lezioni e compiti in classe.

5) Durante l’intervallo delle lezioni, il personale docente di turno vigilerà sul comportamento degli alunni in maniera da evitare che si arrechi pregiudizio alle persone e alle cose.

L’orario dell’intervallo sarà il seguente:

Biennio e Triennio: 10,45/11,00

Il personale ausiliario collaborerà con i docenti.

Pulizia aule, palestre, corridoi, scale, servizi, spazi esterni

Per quanto riguarda la pulizia delle aule, delle palestre, dei corridoi, dell’atrio, delle scale, dei servizi e degli spazi esterni si invitano gli alunni a:

· servirsi dei cestini

· non gettare alcunché negli scarichi dei servizi onde evitare ostruzioni;

· entrare nelle palestre soltanto con le calzature esclusivamente previste per l’attività sportiva;

· non appoggiare le scarpe ai muri e non scrostarne la superficie;

· non scrivere o incidere con oggetti acuminati banchi, tavoli, sedie.

I DANNI PROVOCATI DAGLI ALUNNI SARANNO DA ESSI STESSI RISARCITI, OPPURE DALL’INTERA CLASSE NEL CASO NON SI TROVI IL RESPONSABILE.

Uscite dall’aula

L’uscita dall’aula, durante le ore di lezione, è consentita soltanto per necessità gravi ed impellenti, comunque a non più di un allievo per volta.

Durante i cambi d’ora gli alunni non devono uscire dalle proprie aule, bensì restare all’interno delle stesse fino all’arrivo dell’insegnante.

Furti

Gli alunni non devono assolutamente lasciare nelle proprie aule, in occasione di spostamenti in altri locali o nelle palestre, denaro, oggetti di valore, libri, ecc. I furti si evitano custodendo con cura le proprie cose.

La scuola non risponde dei furti avvenuti nel suo interno, ma farà tutto il possibile per ritrovare quanto sottratto.

Necessità generali

Per qualsiasi necessità, gli alunni faranno ricorso al personale di servizio, il quale provvederà a portare in classe quanto richiesto. Pertanto, gli alunni non potranno recarsi in sala professori o in segreteria per espletare mansioni di competenza del personale di servizio o dei docenti.

Familiari e/o parenti non devono chiamare telefonicamente a scuola gli alunni se non per gravissimi motivi.

Gli alunni assenti dalle lezioni sono tenuti, al loro rientro a scuola, ad informarsi presso i compagni in merito a:

· lezioni e compiti assegnati alla classe;

· comunicati della Presidenza da trascrivere sul libretto personale o sul diario;

· lettura accurata delle circolari emesse.

 

Regolamento Nazionale

/Regolamento.pdfIl Regolamento dei licei
/Profili1.pdf Profili
/Quadri orari1.pdf Quadri orari
/Tabella confluenze1.pdf Tabella confluenza
/Tabella corrispondenze dei titoli di studio1.pdfCorrispondenze titoli di studio
/Insegnamenti aggiuntivi1.pdf Insegnamenti aggiuntivi
/Relazione illustrativa.pdf Relazione illustrativa

banner800x64

( Per comunicazioni e suggerimenti al webmaster di questo sito CLICCARE QUI )